Spazio Pro e Stampa Webcams 22°
-/+
Il mio carnet di viaggio

Ufficio del turismo metropolitano Nizza Costa Azzurra

X Prenotazione del soggiorno Prenota
 
 
 
 
 

I parchi naturali e zoologici

Nella cornice di un ambiente preservato e rispettoso della fauna, i parchi zoologici e le riserve della Costa Azzurra accolgono i visitatori individuali e i gruppi proponendo loro di immergersi nel fascino del regno animale: delfini, orche, balene, squali ma anche bisonti, camosci, lupi, cavalli di Przewalski, aquile e avvoltoi … A voi la scelta!

 

 

Marineland

Il parco a tema Marineland è l’attrazione più visitata della Costa Azzurra e anche uno dei parchi zoologici più frequentati di Francia. Creato nel 1970, il parco ospita attualmente 4000 animali su una superficie di 26 ettari: per tutta la giornata, e nei mesi estivi anche la sera, si susseguono spettacoli con i delfini, le orche e le otarie. Le vasche contengono acqua di mare naturale pompata a 600 metri dalla costa grazie a un impianto di elevata complessità. La vasca delle orche da sola contiene 44 milioni di litri di acqua.

Lo spettacolo delle orche, dei delfini e delle otarie, il tunnel gigante degli squali, gli acquari e gli orsi polari: qui la meraviglia è di casa!

Parco giochi per bambini di oltre 1300 m² e ristorante per gruppi nel cuore del parco.
-> Marineland è situato in riva al mare, nel comune di Antibes, a 19 km a ovest di Nizza.

 

La riserva biologica dei Monts d'Azur

Nulla a che vedere con i classici parchi zoologici!
La Riserva zoologica dei Monts d’Azur è la prima riserva naturale di questo tipo creata in Europa e oltre ad avvicinare il pubblico a una fauna diversificata e selvatica, incentiva lo sviluppo di questa diversità su 700 ettari di natura incontaminata.

Un territorio selvaggio nel quale vivono bisonti, cavalli di Przewalski, cervi e altri ungulati, ma anche carnivori e numerose specie di uccelli fra cui le aquile e gli avvoltoi.
Qui l’uomo è soltanto un ospite che in tutte le stagioni è spettatore della vita quotidiana di parte della fauna europea e ha modo di osservare il ruolo che essa svolge nella dinamica degli ecosistemi.

Si può scegliere tra un safari in calesse trainato da cavalli da tiro, una passeggiata oppure una notte trascorsa in un eco-lodge

- > La riserva si trova nel comprensorio dell’ haut-Thorenc, a 1500 m di altitudine, a 50 km da Nizza.
Si consiglia un abbigliamento adeguato.

 

Il Parc Alpha, il tempo dei lupi

Una visita per scoprire il lupo, il suo universo, la sua storia e le circostanze della sua ricomparsa in Francia.

Il ritorno del lupo in Francia nel 1992 è avvenuto in modo naturale e sostenibile : è accaduto qui nel Parco nazionale del Mercantour, non lontano da Saint-Martin Vésubie.


Con la creazione del Parc Alpha si è voluto dare al grande pubblico la possibilità di scoprire questo animale affascinante nel suo territorio, grazie ad appositi capanni in legno che facilitano l’osservazione, in completa sicurezza e totale discrezione, di tre branchi di lupi in semi-libertà (23 lupi in tutto) su un territorio circoscritto dalla vegetazione. I guardiani e gli animatori del parco propongono ai visitatori alcune attività volte a conoscere meglio le abitudini di questo animale che suscita ancora accese reazioni.

-> Il Parc Alpha si trova sul territorio del comune di St-Martin-Vésubie,
a un’altitudine media di 1500 m, a 65 km da Nizza. Si consiglia un equipaggiamento consono. La visita completa dura mediamente 2 ore e 30 minuti.

 

Il Parco nazionale del Mercantour

Il Parc National du Mercantour, uno dei dieci parchi nazionali di Francia, si estende nei dipartimenti delle Alpi marittime e delle Alpes-de-Haute-Provence. Oltre alla grande varietà di paesaggi, piante e animali che costituiscono un patrimonio naturale di rara unicità, il parco offre un patrimonio culturale molto prezioso con la Valle delle Meraviglie e le sue incisioni rupestri. 

Su una superficie di 685 km2, il parco ospita 2000 specie di piante, 200 delle quali sono rare e 30 endemiche, 58 specie di mammiferi (camosci, lupi, volpi, cervi, stambecchi, mufloni, lepri, ermellini, marmotte...), 10000 specie d’insetti e 153 specie di uccelli (falchi pellegrini, aquile reali, gipeti, picchi neri, allocchi, fagiani di monte…).

Ai visitatori attenti e discreti capiterà sicuramente di incrociare gli uni o gli altri sul proprio cammino.
Avranno più probabilità di essere visti che di vedere, però, osservando bene la natura possono emergere alcuni indizi lasciati nel fango o nella neve…

Il Mercantour offre un’infinità di percorsi di durata variabile dalla passeggiata all’escursione di mezza giornata, fino alla traversata da ovest a est del massiccio in quasi 2 settimane, da Saint-Dalmas le Selvage a Saint-Dalmas de Tende: ce n’è per tutti i gusti!

Il Parc National du Mercantour si trova a circa 60 km da Nizza. La vetta più alta raggiunge i 3000 m d’altitudine.

 

Santuario Pelagos: alla scoperta dei cetacei

Il Santuario è uno spazio marino di 87500 km² frutto di un accordo siglato tra Italia, Principato di Monaco e Francia per la tutela dei mammiferi marini che vivono in queste acque o le frequentano.
L’obiettivo dell’accordo ratificato nel novembre 1999 è la realizzazione di azioni concertate e armonizzate tra i tre paesi, finalizzate alla protezione dei cetacei e dei loro habitat contro tutti i fattori di squilibrio quali l’inquinamento, il rumore, le catture e le ferite accidentali, il disturbo, ecc.

L'osservazione dei cetacei nel loro ambiente naturale è un’attività a scopo turistico e/o didattico chiamata abitualmente «whale watching».
Nel santuario, soprattutto in estate, basta andare al largo delle coste francesi per avere buone probabilità d’incontrare i delfini o le balene.