Spazio Pro e Stampa Webcams 12°
-/+
Il mio carnet di viaggio

Ufficio del turismo metropolitano Nice Côte d'Azur

X Prenotazione del soggiorno Prenota
 
 
 
 
 
08 giugno 2020
Che voi facciate uno sport, delle passeggiate domenicali o semplicemente se siete curiosi di scoprire il territorio intorno a voi, non rimarrete delusi!

Per molti aspetti Nizza è un fantastico parco giochi in tutte le stagioni. Per il tempo libero, ma anche per fare sport, amerete scoprire i sentieri costieri o i cammini più discreti, ma non per questo meno incredibili, che permettono di ammirare i belvedere e i panorami mozzafiato. Sebbene i sentieri siano soggetti a manutenzione e ben segnalati, è importante indossare scarpe chiuse e adottare tutte le misure di sicurezza prima di incamminarsi lungo la costa o di salire su una collina!

1 - I sentieri del litorale, da Nizza a Capo d'Aglio

Non c'è bisogno di avere grandi doti sportive per intraprendere i sentieri del litorale perché sono alla portata di tutte le persone in buone condizioni fisiche.
Cap de Nice

Tuttavia, alcune parti del percorso sono più ripide e richiedono maggiore attenzione. È anche importante controllare attentamente le condizioni meteorologiche prima di avventurarsi lungo la costa poiché le mareggiate possono essere frequenti. Dopo aver preso queste precauzioni, seguite il sentiero e lasciatevi sedurre dalla bellezza dei paesaggi, al ritmo delle onde!

Da Nizza a Villafranca

Se vi trovate nella capitale della Costa Azzurra, adorerete scoprire il sentiero di Cap de Nice che porta da Port Lympia alla città di Villafranca Marittima.
La Réserve, Nice

Esso parte dai Giardiini Félix Rainaud, dopo il ristorante "la Réserve" e si affaccia sulla famosa spiaggia "Coco Beach", soprannominata "la piscina" dai locali e da molti clienti abituali...

Il panorama è mozzafiato, azzurro a perdita d'occhio e il sentiero si snoda lungo le proprietà. Dopo aver superato Cap de Nice, vedrete il Palais Maeterlinck. Vi aspetta una lunga serie di scale (ve ne ricorderete!) che vi porteranno sulla Basse Corniche, su Boulevard Maeterlinck, per poi ricongiungersi con la seconda parte del sentiero.

Basta percorrere il viale per circa 800 metri e il sentiero riprende a destra all'altezza delle scale. Superato il fortino di Pointe des Sans-Culottes (che è stato restaurato e messo in sicurezza), si percorrono una serie di salite e discese su scale scavate nella roccia che permettono di godere del panorama della celebre baia di Villafranca Marittima. Di fronte, sarà visibile la penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat, un vero e proprio giardino sul mare.

La rade de Villefranche-sur-mer
La Citadelle de Villefranche-sur-mer

Alla fine della strada, si arriva nel quartiere Lazaret di Villafranca Marittima e si oltrepassa la Torre Paganini (che secondo la leggenda ospita le spoglie del violinista) e il suo tetto di terracotta invetriata, unica vestigia rimasta di Lazaret. Potete continuare la passeggiata nel cuore della città proseguendo lungo il porto della Darse (che ospita i cantieri navali e il Centro nazionale di ricerca scientifica) e poi lungo la Cittadella di Saint-Elme, del XVI secolo.

Distanza: 2,4 km
Durata: 45 min (1h30 andata e ritorno)
Difficoltà: media (scale)

Per maggiori informazioni contattare i nostri uffici a Nizza e Villafranca Marittima.

Esplora la penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat con tre sentieri

La penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat può sicuramente essere esplorata a piedi!

Con tre sentieri escursionistici, accessibili dal cuore del villaggio e dal porto, lasciatevi stupire dalla bellezza dei paesaggi sulla baia di Belluogo, Cap de Nice o il porto di Villafranca Marittima.

Per una passeggiata in famiglia, dirigetevi verso la Promenade Maurice Rouvier, che collega la città di Saint-Jean-Cap-Ferrat a Belluogo per poco più di un chilometro. Pianeggiante e pavimentato, è accessibile a persone con mobilità ridotta. Lungo il percorso si possono ammirare ville bellissime come l'Hotel Royal-Riviera, o la villa "Lo Scoglietto" oggi "La Fleur du Cap" dove visse l'attore David Niven.

Tour du Cap
Promenade Maurice Rouvier
Tour du Cap

Per una visita più orientata verso la natura, andate al sentiero Pointe Saint-Hospice che inizia al Jardin de la Paix, sopra Anse des Fossettes. Sei pannelli informativi, che permettono di scoprire la flora e la fauna, ci accompagnano in questo ambiente idilliaco dove i pini marittimi, piegati dai venti, gli artigli di strega o la salsapariglia si affacciano sul mare. Si cammina lungo le rocce calcaree fino alla mitica spiaggia di Paloma, dove termina il sentiero. Da non perdere la salita per la traversata Edmund Davis che permette di raggiungere la cima della Pointe (+/- 100 m) alla Cappella Saint-Hospice, dove si trovano la Vergine di bronzo alta 11m40 e il cimitero militare belga, omaggio ai soldati morti durante la Prima guerra mondiale.

Infine, per i più coraggiosi, sarà necessaria più di un'ora e mezza per percorrere il Tour du Cap, dal sentiero della cava (che è stato sfruttato per costruire il prolungamento del porto Ercole di Monaco all'inizio del XX secolo) a Passable Beach (o viceversa). Il sentiero segue la costa e si snoda tra rocce calcaree frastagliate dall’irruenza delle onde. Si passa ai piedi dalla piscina del Club Dauphin del Grand-Hôtel du Cap-Ferrat, dal Four Season Hotel ***** Palace e dal faro.

Il versante occidentale della penisola si fa più selvaggio, e sono presenti anche piccole calette con acque cristalline che fanno venire voglia di fare un bagno o una pausa picnic al sole. Nei toni del blu e del verde, il panorama si apre sullo splendido porto Villafranca sul Mare e sul suo colorato centro storico. Cosa dire tranne "wow! "?

Pointe Saint-Hospice
Sentier d'interprétation

Promenade Maurice Rouvier

Distanza: 1,3 km

Durata: 20 min (40 min andata e ritorno)

Difficoltà: Facile

 

Pointe Saint-Hospice 

Distanza: 1,8 km

Durata: 40 min (1h se si visita la Cappella)

Difficoltà: Facile (media se l'accesso alla Cappella)

 

Tour du Cap

Distanza: 4,8 km

Durata: 1h30

Difficoltà: Media

 

Ulteriori informazioni: ufficio di informazione di Saint-Jean-Cap-Ferrat

 

Capo d'Aglio e le sue meraviglie

Dalla spiaggia di Marquet, situata al confine con il Principato di Monaco, alla spiaggia della Mala, il sentiero costiero collega la Pointe des Douaniers, Cap Rognoso e Cap Mala.
Sentier des douaniers Cap d'Ail

La punta dei Douaniers ha avuto origine da un vulcano spento al largo di Capo d’Aglio, il che spiega il colore grigio della roccia chiamata andesite. Sempre sul percorso si trova il sito della vecchia cava, un tempo utilizzata per la costruzione dei numerosi mulini della zona.

Il percorso, punteggiato da pannelli informativi * vi invita a scoprire le ricchezze di questo ambiente preservato.

Gli appassionati di botanica, storia, geologia o architettura resteranno incantati. Non mancherete di ammirare i palazzi della Belle Epoque per i quali la città è famosa. Greta Garbo, Winston Churchill e Sacha Guitry amavano passeggiare in questi luoghi. Dopo aver superato Cap Mala, si arriva finalmente alla spiaggia della Mala, direttamente sopra le bianche scogliere di Les Pissarelles. Potete continuare la visita della città di Capo d’Aglio prendendo le (interminabili) scale fino al maestoso "Eden Palace" (ex Grand Hôtel de Cap d´Ail).

Distanza: 3,6 km
Durata: 1 ora
Difficoltà: Facile

Ulteriori informazioni: ufficio di informazione di Capo d’Aglio

* Il Sea and Mountain Discovery Centre organizza regolarmente escursioni guidate gratuite sul sentiero costiero di Saint-Hospice e Capo d’Aglio. Queste visite hanno tutto: sono istruttive e vi permetteranno di diventare imbattibili sulla flora e la fauna della costa mediterranea! 

Lo sapevate?

  • Fu durante la Rivoluzione francese che l'amministrazione doganale decise di tracciare un sentiero lungo la costa. Sulla parte meridionale, inizia da Saintes-Marie de la Mer fino alla città di Mentone e diventò operativo dal 1792. Lungo tutta la costa furono installati posti di blocco doganali che gli hanno conferito il nome di sentiero dei doganieri.

  • Da Cap-Ferrat a Capo d'Aglio, l'area marina fa parte della rete europea Natura 2000, che riunisce più di 26.000 siti terrestri e marini in tutta l'Unione europea. Tra i 13 siti Natura 2000 nell’area di Nizza, questa zona è l'unico sito sul mare.

2 - Escursioni urbane (o semiurbane)

Se volete allontanarvi dai ripidi sentieri della costa rocciosa, sono tanti i sentieri che vi permetteranno di guadagnare quota rimanendo a due passi dal mare! Queste escursioni sono molto interessanti...

Rimarrete sorpresi di trovarvi in mezzo alla natura dopo aver salito una serie di scale nascoste tra due edifici. Attraverserete paesaggi variegati come la gariga, con formazioni vegetali tipicamente mediterranee, o anche pianure e boschi. La vegetazione è rigogliosa e sembra di essere in un luogo senza tempo... la natura si riprende i suoi spazi e il rumore della città gradualmente si allontana...

La salita del sentiero di Nietzsche a Eza

A est di Nizza, uno dei sentieri più conosciuti è senza dubbio il sentiero di Nietzsche*, che collega il litorale di Eza al borgo medievale, arroccato su un picco roccioso.

Dopo aver superato le ultime case, la salita inizia veloce su un sentiero nella macchia mediterranea, che ha come unico orizzonte il mare a perdita d'occhio (ricordatevi di portare qualcosa per idratarvi e ripararvi dal sole!).

Il panorama è magnifico e ci vorrà un po’ di sudore per salire i due chilometri di questo percorso, con 400m di dislivello che vi separano dal traguardo!

​Alla fine, ecco il borgo medievale, vicino all'ingresso dell'hotel Château de la Chèvre d´Or! Le sculture esposte nei giardini dell'hotel sono visibili durante la salita.

Esplorando il borgo, non esitate a "perdervi" tra i vicoli di pietra e a salire più in alto per una visita al giardino esotico che si affaccia sul Mar Mediterraneo. (Davvero splendido!)

*Il percorso è stato chiamato così in onore del filosofo tedesco perché si dice che egli abbia trovato l'ispirazione per scrivere la terza parte del libro “Così parlò Zarathustra” durante uno dei suoi soggiorni in Costa Azzurra alla fine del XIX secolo.

Sentiero di Nietzsche

Distanza: 2,1 km

Durata: 1h30 min

Difficoltà:  media

Ulteriori informazioni: Ufficio informazioni Eza

Il tour di Mont Boron e Mont Alban

Scoprite il parco del Mont Boron, un vero e proprio polmone verde di 57 ettari situato a est di Nizza, che ospita una foresta di pini, carrubi e ulivi oltre a specie più rare.
Le Mont Boron

È bello passeggiare attraverso questo sito ben curato, con più di 11 km di sentieri paesaggistici.

Il parco del Mont Boron offre una splendida vista e panorama sulla città di Nizza ma anche sul porto di Villafranca Marittima o sulla penisola di Saint-Jean-Cap-Ferrat. Esso ospita la batteria del Mont Boron, costruita nel 1886-1887 e destinata a proteggere sia la Baie des Anges che la baia di Villafranca.

Vue de la Baie des Anges
Fort du Mont Alban
Vue de Villefranche

Un po’ più a nord si può ammirare il forte di Mont Alban, costruito tra il 1557 e il 1560, che è una perfetta testimonianza dell'architettura militare della metà del XVI secolo.

Per arrivare al parco bisogna fare molte scale, il che rende questa salita più difficile!

Non dimenticare la macchina fotografica per immortalare questi magnifici panorami! Il cambio di scenario è garantito!

La collina del castello di Nizza

Se tutte le strade portano a Roma, è lo stesso per la collina del castello!

Partite alla conquista della collina del castello (sito naturale tutelato) un vero e proprio labirinto di vegetazione che apprezzerete per la freschezza del suo sottobosco e la sua sorprendente cascata (costruita nel 1885 sulle rovine delle segrete di un castello medievale e dalle acque del Vésubie).

Dal molo degli Stati Uniti, salite i 220 gradini che vi separano dal magnifico belvedere sulla Baie des Anges (per i meno sportivi, un ascensore in art déco vi porterà in cima in pochi secondi!).

Dal centro storico sono disponibili anche diversi accessi tramite scale e piccoli vicoli. Infine, è possibile seguire la strada, lato porto, che porta al parco del castello. Il percorso è adornato da sentieri ombreggiati e panoramici e dai resti archeologici.

Quai des Etats-Unis
Cascade de la colline du château
Vue de Nice depuis la colline du château

La scoperta di Baous del Pays Vençois (semiurbano)

Tutto intorno al grazioso villaggio di Vence si trovano 4 "baou": il Baou des Blancs, il Baou des Noirs, il Baou de la Gaude e quello di Saint-Jeannet.
Vence

Sai cos'è un “baou”? È un termine provenzale che significa "piccola montagna con una cima piatta".

Partendo da Vence, si sale al Baou des Blancs, che culmina a 673 metri di altitudine, così chiamato perché la confraternita dei Penitenti Bianchi vi saliva in processione ogni anno nel Medioevo. Dopo 50 minuti di traversata, il sentiero vi porterà in cima, dove il panorama è eccezionale. Si può facilmente distinguere la parte storica di Vence con la sua forma circolare. Una tabella panoramica vi mostrerà le diverse città di mare, da Cap-Ferrat a Estérel.

Vence
Saint Jeannet
Saint Jeannet

Ulteriori informazioni: ufficio informazioni di Vence

La destinazione offre altre escursioni consultabili sul sito web di RandOxygène!

3 - Passeggiate in riva al mare

La costa cittadina è ben curata ed è bello passeggiare lungo il mare. Fiancheggiate da palme e dall'architettura che riflette il passato cosmopolita della città, le strade sono un vero richiamo alla tranquillità e alla scoperta.

La più importante è senza dubbio la “Promenade des Anglais”. Un tempo piccola strada sterrata, fu costruita intorno al 1820 da lavoratori locali sotto la guida del pastore anglicano Lewis Way (era predestinata!) e grazie al contributo di donatori inglesi che erano molto presenti a Nizza in quel momento. La popolazione designerà la nuova strada come "camin dei Inglès" o cammino degli inglesi. Continuerà poi a trasformarsi nel corso dei decenni fino a diventare un vero emblema della Costa Azzurra.

Partendo dal Jardin Alberto I, in direzione dell'aeroporto Nizza, si passeggia lungo il mare, con vista sulle spiagge di sassi della Baie des Anges. Da non perdere il palazzo “Le Négresco”, vero fiore all'occhiello degli hotel di lusso. Il modo migliore per godersi appieno la visita alla Promenade des Anglais è sedersi su una delle famose sedie blu e guardare lo spettacolo del mare.

Superato l'aeroporto, si attraversa il ponte Napoleone III e ci si affaccia sul Var che sfocia pochi metri più in là nel mare. Se ci si prende il tempo per contemplare il sito, si scoprono le ricchissime flora e fauna del luogo.

Ulteriori informazioni: Nice Information Office

Promenade des Flots Bleus, Saint Laurent du Var

Partendo dalle spiagge di Saint-Laurent-du-Var, sul lato del Cap 3000, godetei di una passeggiata completamente pedonale che collega il Centro Commerciale dall'Esplanade des Goélands al porto turistico, proseguendo lungo la Promenade delle Onde blu.

Un buon numero di bar, ristoranti e locali animano questa zona interamente pedonale!

Ideale per passeggiare sotto il sole della Costa Azzurra!

Ulteriori informazioni: Ufficio informazioni di Saint-Laurent-du-Var

Lo sapevate?

La città metropolitana di Nizza ha la sua "piccola Camargue" a Saint-Laurent-du-Var.

Situata tra il centro commerciale Cap 3000 e l'aeroporto, questa riserva ornitologica è un luogo di passaggio privilegiato per molti uccelli migratori, come i fratini e i cavalieri. Il Parco Dipartimentale Rives du Var è stato progettato per consentire a escursionisti e ciclisti di osservare queste specie grazie a pannelli informativi posti lungo tutto il percorso. Al termine, la strada è collegata direttamente al mare.

Parc Départemental des Rives du Var

 

Infine, se vi piacciono le gite in famiglia, il mare di Cagnes-sur-Mer è l'ideale per godersi i piaceri della costa.

La strada di oltre 3 km completamente attrezzata permette di passeggiare lungo le spiagge.

Tenete gli occhi aperti, il percorso è punteggiato da magnifiche sculture come pesci giganti e farfalle colorate che vegliano su questa passeggiata artistica.

 

Il nostro affare, French Riviera Pass!

Se volete unire il mare alla cultura, potete cogliere l'occasione per scoprire i musei metropolitani! Questi siti sono facilmente raggiungibili a piedi e sono tutti compresi nel French Riviera Pass.

Lungo i sentieri costieri si possono visitare tre splendide ville Belle Epoque. La Villa Les Camélias a Capo d'Aglio, la Villa Ephrussi de Rothschild a Saint-Jean-Cap-Ferrat e la Villa Kerylos a Belluogo.

Se decidete di attraversare Nizza in riva al mare, potete scoprire il museo preistorico Terra Amata, il museo Masséna e il Parc Phoenix.

Se andrete in alto sul sentiero Nietzsche, potrete essere ricompensati dalla vista mozzafiato del giardino esotico arroccato sulle alture di Eza.

 

Vedrete, il modo migliore per scoprire il nostro territorio è esplorarlo a piedi!

Non dovete andare lontano per allontanarvi da tutto, dal mare alle colline, tutti i sensi saranno risvegliati... Quindi la decisione più difficile ora è scegliere la prossima destinazione!

 

Informazioni pratiche

Covid-19

Per motivi sanitari o organizzativi, le condizioni di accesso a determinati luoghi possono eventualmente essere modificate o limitate.

Vi consigliamo di verificare queste informazioni prima della vostra visita.

 
Questo articolo è proposto da Laetitia, Emilie, Joëlle e Sandra dell'Office de Tourisme Métropolitain Nice Côte d'Azur.

Crediti Foto: StudioBBO, Ville de Saint Jean Cap Ferrat, Ville de Cap d'Ail, Savita Couty, OTM NCA A. Issock, H.Lagarde, Ville de Vence, Ville de Saint Laurent du Var, Ville de Cagnes-sur-mer.