Spazio Pro e Stampa Webcams 12°
-/+
Il mio carnet di viaggio

Ufficio del turismo metropolitano Nice Côte d'Azur

X Prenotazione del soggiorno Prenota
 
 
 
 
 
13 luglio 2020

1 - Luoghi insoliti

I sentieri escursionistici del litorale e dell'entroterra sono spesso l'occasione per godersi momenti di tranquillità all'aria aperta e riconnettersi con la natura. Eppure, seguendo i sentieri, potrete scoprire luoghi dal passato ricchi di storia e che vi lasceranno a bocca aperta dallo stupore!

Pensate che la Costa Azzurra non abbia più segreti per voi?!
Tuttavia, sarete sorpresi di scoprire meraviglie e luoghi insoliti che chiedono solo di essere esplorati!
Idealmente situata tra mare e montagna, la destinazione Nizza Costa Azzurra è ricca di luoghi e di scorci sorprendenti, sia in cima alle piste che sul lungomare. Tenete gli occhi aperti perché gli ampi spazi naturali, i sentieri trekking o alcune strutture vi sorprenderanno!

1.1 - Lungo i sentieri trekking...

Una vergine monumentale in bronzo a Saint-Jean-Cap-Ferrat

Seguendo il sentiero dei doganieri sulla punta Saint-Hospice a Saint-Jean-Cap-Ferrat, percorrete la traversata Edmund David in direzione della cappella che porta lo stesso nome. Da non perdere la monumentale statua in bronzo (inscritta tra i monumenti storici dal 1929) che troneggia sul sagrato accanto all'edificio. Alta 11,40 metri, questa statua in bronzo è un ex-voto che rappresenta la Madonna col Bambino. Stupore garantito!

Accesso: dal Giardino della Pace, attraversate Edmund Davis.

Durata: 40 minuti (1 ora con la visita della Cappella).

Una piramide sulle pendici del Mont Chauve (Monte Calvo) a Falicon

Non c'è bisogno di andare in Egitto per vedere una piramide! Situata a pochi chilometri da Nizza, di fronte al paese di Falicon, su una delle pendici del Monte Calvo, sarete sorpresi di scoprire la piramide che domina la grotta della Ratapignata (pipistrello, in nizzardo). Oggi quasi in rovina e situata nel bel mezzo della gariga, questo edificio è annoverato tra i monumenti storici dal 7 agosto 2007.

Scoperta nel 1803, l'origine della sua creazione è dubbia e, quindi, ha visto il delinearsi di numerose teorie (antico tempio gallo-romano, rifugio dei Templari o, ancora, riferimento per gli appestati dalla Peste Nera...).

 

Accesso: dall'area Saint-Michel sopra il quartiere di Gairaut

Attenzione, il sentiero per raggiungere la piramide non è segnalato. Prendete il sentiero di Châteaurenard (segnaletica del GR5) fino a raggiungere dei ruderi. Lasciate il GR e prendete lo stretto sentiero sulla vostra destra subito dopo i ruderi. Vedrete all'ultimo momento la Piramide, proprio sotto di voi.

Durata: circa 45 minuti

 

La miniera di arsenico di Eguisse a Duranus

Una miniera d'oro? ... quasi! Situato a 30 chilometri da Nizza, nelle gole della Vésubie, il villaggio di Duranus ospita i resti di una miniera di arsenico che potrete vedere durante la vostra escursione dalla miniera dell'Eguisse. Durante la salita, troverete sul livello di un altopiano l'antica miniera di arsenico che fu in funzione all'inizio del secolo scorso (1913-1931). I resti della fabbrica sono ancora visibili, come ad esempio l'imponente camino (che si scorge in lontananza dal paese: davvero sorprendente in un simile ambiente!), rotaie storte, un ingresso di galleria o, ancora, vecchie capanne in rovina e macchine arrugginite (attenzione l'accesso è vietato).

Sulla piazza del paese di Duranus, sono presentati alcuni resti del materiale utilizzato durante la messa in funzione della miniera.

Accesso: dal paese di Duranus

Durata: 4 ore (l'altopiano si trova a circa metà strada)

Le incisioni preistoriche del Parco Nazionale del Mercantour da Belvédère

Fate un salto nella preistoria e scoprite "le meraviglie"* a vostra disposizione!

Il sito della Valle delle Meraviglie, situato a più di 2000 metri di altitudine, racchiude un tesoro a cielo aperto di oltre 40.000 incisioni rupestri disegnate su rocce levigate dai ghiacciai.

Questo luogo unico, è classificato come monumento storico dal 1989 ed è uno dei più grandi siti di incisioni rupestri d'Europa! Assolutamente da scoprire!

* sito accessibile solo in presenza di una guida accompagnatrice

Accesso possibile: dal "Pont du Countet" a Belvédère

Durata: circa 4 ore

1.2 - Colli, circuiti e strade insoliti

Le strade del territorio metropolitano sono una vera e propria scoperta e vi offrono paesaggi sempre diversi tra loro. Non bisogna essere sorpresi nel trovare luoghi insoliti persino a pochi metri dalla vostra macchina! Allora, cosa state aspettando per mettervi alla guida?!

 

Il Camp des Fourches sulla strada asfaltata più alta di Francia da Saint Dalmas il Selvage

Merita davvero!

Situato a 8 chilometri dal Col de la Bonette e a 2250 m sul livello del mare, il Camp des Fourches sembra un borgo abbandonato! Percorrendo la strada in direzione del colle, attraverserete una caserma di montagna composta da casette di pietra, costruite per i cacciatori alpini (è possibile circolare all'interno del Campo, restaurato dall’amministrazione provinciale al fine di incentivare la conoscenza della storia di questo sito militare).

Se desiderate, potete spingervi lungo la passeggiata fino al Col des Fourches (15 minuti di cammino - molto facile): il panorama è imperdibile, troverete dei pannelli che vi spiegheranno tutto quello che c’è da sapere sulle marmotte, che sono davvero dappertutto!

 

I resti militari del circuito dell'Authion da La Bollène Vésubie

Nello stesso spirito, il circuito dell'Authion vi propone un universo insolito, tra paesaggi verdi e ruderi militari. Baracche, caserme in rovina, carri armati o fortificazioni vi accompagneranno nella scoperta di questo sito strategico per la difesa della Francia in tempo di guerra. Al vertice della Pointe des 3 Communes, non perdete La Redoute* che porta le stigmate della liberazione della Francia dal nemico durante la seconda guerra mondiale.

*Visibile dall'esterno, è vietato l'accesso.

Presso l'ufficio informazioni turistiche di Roquebillière, vi verrà raccontata la storia singolare di questo sito.

L’affascinante Col de Vence

Dai paesaggi eccezionali ai fenomeni paranormali, il Col de Vence non vi lascerà indifferenti!

Situato a 10 chilometri da Vence, è un luogo imperdibile che fa parte del parco naturale regionale delle Alpi Francesi. Qui troverete incredibili passeggiate che vi offriranno paesaggi diversi da quelli che si trovano lungo la costa del Mediterraneo. Riconosciuto dagli ufologi come un importante luogo di osservazioni di UFO, viene spesso collegato a fenomeni paranormali! (Tenete gli occhi aperti, non si sa mai cosa potrete incontrare!)

1.3 - Le curiosità nel cuore delle città e dei villaggi

Non è raro trovare cose strane e curiose nelle città: alcune fanno muovere le folle e altre si scoprono quasi per caso!

Un'antica villa greca a Beaulieu-sur-Mer*

Merita certamente il tempo di una visita, questo tuffo nella storia vi farà vivere un'esperienza davvero inaspettata! Siate gli ospiti privilegiati di questa dimora fuori dalla comune, fedele riproduzione di una villa greca antica. Villa Kérylos fa parte dei gioielli della Belle Epoque, che sicuramente non vi sareste mai aspettati di trovare sulla costa!

Una strada buia a Villefranche-sur-Mer

Immergetevi nella Villefranche medievale percorrendo i 130 metri della rue Obscure (via Oscura)! Pensate, questa antica via difensiva é stata oggetto di un'urbanizzazione "selvaggia": ciò spiega sicuramente la sua copertura quasi totale. L'atmosfera misteriosa del luogo ispirò "Il Testamento di Orfeo" dell'artista Jean Cocteau.

Un sarcofago romano in un muro a La Gaude

Se, come i legionari romani, percorrete la Via Aurelia alla Gaude, non potete perdervi il sarcofago romano, incastonato nel muro vicino all’Écomusée vivant de Provence. Meno conosciuto delle famose arene di Cimiez, questo cimelio a dir poco insolita risveglierà la vostra curiosità!

Una cripta archeologica a Nizza*

Diventate testimoni del passato medievale della città di Nizza visitando i resti delle fortificazioni nella cripta archeologica di piazza Jacques Toja nel quartiere Garibaldi, rimasta sepolta per quasi 3 secoli!

Infatti, questo luogo è stato scoperto durante la creazione della prima linea del tram nel 2006. Si tratta del ritrovamento archeologico più importante dopo le fondazioni del Louvre, sia in termini di superficie sia in relazione allo stato conservativo. La discesa è possibile solo tramite visita guidata.

La Grotta del Lazzaretto a Nizza

Tornate indietro nel tempo e scoprite la Grotta del Lazzaretto, un luogo preistorico che ripercorre più di 70.000 anni di storia antica dell'umanità.

È stata classificata Monumento Storico dal 1963.

Il "Vertige" di Auron

Fate un passo nel vuoto! Non abbiate paura di percorrere i 5 metri del "Vertige" (Vertigine), la passerella metallica che, a buon ragione, porta questo nome! Camminate sopra il vuoto e lasciatevi sedurre dal panorama a 180° che vi si offre! Da qui, potete godere di una vista mozzafiato sulla valle del Tinée e sulle alte cime del Mercantour. Allora, siete pronti per fare il grande passo?!

* Incluso nel French Riviera Pass

 

Le curiosità sono visibili anche sotto il mare!

Lungo tutto il litorale metropolitano, è possibile trovare insoliti punti di immersione. Oltre alla fauna eccezionale e ricca dei fondali marini costieri, non potete certo perdervi la "Seiche de Nice", la statua della vergine che dal 1968 è stata posizionata sotto il livello del mare all’altezza di Rauba Capeu. Dal lato di Villefranche-sur-Mer, vi è un relitto di un piccolo aereo. Infine, è possibile trovare anche uno yacht che ha fatto naufragio al largo della punta Saint-Hospice a Saint-Jean-Cap-Ferrat: lo Sheherazade.

2 - Alloggi insoliti

Chi non ha mai sognato di dormire in posti insoliti?!

Disperse in cima agli alberi, dalle più semplici alle più lussuose, le capanne sono dei veri e propri nidi accoglienti. Situate nel bel mezzo alla natura, vi permettono di godere di un ambiente rilassante e di vivere un'esperienza unica.

Un sogno da bambino che si realizza!

Se volete fare qualcosa di totalmente differente, lasciatevi tentare da un'esperienza inedita: dormite sotto le stelle.... in una bolla!

Il cielo è a portata di letto!

Eppure, perché non provare qualcosa di ecosostenibile? La vostra coscienza vi ringrazierà!

 

Dove posso andare a dormire?

3 - Ristoranti diversi dagli altri

3.1 - Luoghi al vertice 

Dagli indirizzi più trendy del litorale fino agli stabilimenti situati in cima alle piste, salite verso l’alto per vivere un'esperienza indimenticabile (è consigliabile non soffrire di vertigini!)

La città di Nizza è piena di imperdibili bar alla moda situati sui Rooftops di alcuni hotel. Collocati sul lungomare o nelle zone più riservate della città, offrono panorami eccezionali. Sono l’occasione perfetta per scoprire panorami diversi su Nizza e per dominare la città.

 

Lungomare:

La Terrazza dell'Hotel Méridien Nice

La Calade dell'Hotel Radisson Blu Nice

La terrazza sul tetto del ristorante La Réserve de Nice

Hôtel Méridien
Hôtel Radisson Blu
Restaurant La Réserve de Nice

Vista sulla città vecchia:

Moon Bar, dell'Hotel Aston La Scala

 

Nel centro della città:

Rooftop Monsigny dell'Hotel Monsigny
Skylounge dell'Hotel Mercure Centre Notre-Dame

Farago, il Rooftop dell'AC Hotel by Marriott

Cambio di scenario e di atmosfera! Dirigetevi verso le stazioni sciistiche del territorio metropolitano, le quali offrono veri e propri rooftop naturali! Immaginatevi in quota,  seduti sulle terrazze dei ristoranti, con all’orizzonte solamente verde (o bianco!) a perdita d'occhio e panorami a 360°. Sensazione di libertà garantita!

Isola 2000 - Le Schuss

 

Auron - Il Maeva

 

Valdeblore - La Colmiane - Le Chalet du Pic

 

Roubion - Da Marcello 

Il piano è questo:

Tutti gli impianti di risalita delle stazioni del Mercantour d'Auron, Isola 2000 e Saint-Etienne de Tinée saranno gratuiti per tutta l'estate!

3.2 - Luoghi insoliti

Vivete un'esperienza atipica pranzando o cenando in locali fuori dall'ordinario!

Partecipare a una gara equestre a Cagnes-sur-Mer

Mangiare approfittando dello spettacolo (nei giorni delle corse). Scarica di adrenalina garantita!

Il ristorante La Pesage, La brasserie Il Paddock e snack

Cena a Ville Belle étoile al Cagnard a Cagnes-sur-Mer

L'atmosfera magica del luogo e il tetto scorrevole del ristorante- bistrot non mancheranno di sorprendervi! Effetto waouh garantito!

Le Cagnard

Su un trampolino! a Nizza

Raramente un locale ha portato così bene il suo nome. "Le Plongeoir" a Nizza, vi fa quasi venir voglia di immergervi direttamente nel Mediterraneo.

Le Plongeoir

In una cantina a Nizza

Nel cuore della vecchia Nizza, se siete innamorati del formaggio, non esitate a varcare le porte della Cave du Fromager.

 

In un bar “à boules” a Nizza

Appassionati di bocce o semplicemente curiosi di scoprire questo nuovo concetto, non esitate a trascorrere una serata al primo bar à boules (con bocce) situato al Rosalin Bar.

La Boulisterie

 

In un sito vulcanico a Cap d'Ail

Vi sentirete come a casa al ristorante Le Cabanon, situato sulla punta dei Douaniers; Qui, si possono trovare rocce di origine vulcanica, originate dalle eruzioni del vulcano di Cap d'Ail, ormai inattivo.

 

ZOOM SU - Ristoranti con il marchio “Cucina Nissarde

Un'etichetta creata e attribuita dall’Ufficio Metropolitano di Nice Côte d'Azur per premiare i ristoratori che si impegnano a proporre piatti tipicamente nizzardi a regola d'arte. Se volete assaggiare, senza incorrere in errore, la famosa socca, l'insalata nizzarda (quella vera), la daube (stufato), i farcis (verdure ripiene) nizzardi, o specialità meno conosciute ma altrettanto gustose, come il pan bagnat e la merda di can, dovrete certamente varcare le porte di uno di questi ristoranti.

Questo articolo è proposto da Laetitia ed Emilie dell'Ufficio di Turismo Metropolitano Nice Côte d'Azur.

Crediti Foto : Jean-Jacques-Giordan, Lisa del Sol, Restaurant Le Plongeoir, Restaurant Le Cagnard, Restaurant La Réserve de Nice, Hôtel Méridien Nice, Hôtel Radisson Blu Nice, OTM/LM, JM, Ville de Vence et Ville de Villefranche