Spazio Pro e Stampa Webcams 12°
-/+
Il mio carnet di viaggio

Ufficio del turismo metropolitano Nice Côte d'Azur

X Prenotazione del soggiorno Prenota
 
 
 
 
 
08 giugno 2020

«Ecco in regalo alcune foglie di basilico per decorare i vostri pomodori! » Questo è molto spesso ciò che vi sentirete dire al mercato dal primo fruttivendolo canterino e dal viso colorato dal sole della Costa Azzurra.

Non ripartirete certo con le braccia cariche di frutta e verdura, ma senza un consiglio di cucina o una ricetta tipicamente nizzarda.

Il mercato qui è un'istituzione, una tradizione, uno stile di vita o semplicemente un insegnamento per vivere bene. In ogni caso, si tratta di uno scambio piacevole in cui ognuno è protagonista di una scenetta senza tempo in cui, per magia, l'identità locale diventa l'unico scenario, inondando tutti i vostri sensi.

Cours Saleya, Nice

Chi non conosce il piacere di passeggiare nei vicoli di un mercato della Provenza e, più in particolare, della Vecchia Nizza, lungo Saleya, e di volervi rimanere per gustare i mille sapori di questa terra baciata dal sole?

Chi non ama rallentare il passo per lasciarsi trasportare dai profumi della gariga, o del paté di olive?

Chi non vuole godersi il bello di fare la spesa al mercato di prima mattina, partecipando alla messa in scena inconscia del primo atto di un banchetto che si sposterà poi in famiglia o tra amici?

Il mercato è un luogo conviviale, lo si può percorrere passeggiando tranquillamente tra una chiacchera e l’altra, sia che si sia giovani o anziani.

Ma nel Sud, e nel territorio metropolitano, va da sé che esso ha un sapore ancora più forte: qui si celebrano le tradizioni e l'identità locale attingendo direttamente dalla storia...

Gilbert Bécaud ha cantato i mercati della Provenza, ma non possiamo certo dimenticare come lo spirito che ritroviamo nelle sue canzoni derivi dai suoi ricordi d'infanzia a Nizza.

E nella nostra bella città le influenze riportano lontano, anche verso i territori italiani, immergendosi nelle ricchezze della storia. Infatti, è interessante ricordare come la contea di Nizza facesse parte fino al 1861 del Regno piemontese di Sardegna.

Insomma, tanta ricchezza nelle influenze e nelle tradizioni.

Senza dubbio si può affermare che il mercato sia l'anima di un luogo. Esso è spesso simbolo di tutto il territorio, inteso, come in questo caso, a comprendere tutta la Provenza e una parte di territorio italiano. É da solo il cuore pulsante della città.

Così, ogni comune del territorio racchiude al suo interno l'atmosfera tipica dei giorni di fiera.

Dal più appollaiato a chi ha invece i piedi nell'acqua, ogni paese ha la sua particolarità, il suo «personaggio» e i suoi prodotti tipici.

Che ne dici di fare un giro e scoprirlo meglio? 

Sul litorale, Place Marinoni a Beaulieu-sur-Mer è animata dal mercato provenzale tutto l'anno e, in alta stagione, il sabato mattina e la domenica. Nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, le bancarelle propongono frutta e verdura del territorio e i prodotti della pesca, mentre lasciano il posto, ogni prima domenica del mese, al mercato italiano!

Più a ovest, si può ammirare un affascinante scorcio su Cros de Cagnes, quartiere di Cagnes sur Mer, il quale ha saputo conservare la sua attività marittima tradizionale. 

In questo grazioso porticciolo, gli ultimi pescatori professionisti del posto possono farvi scoprire i pesci tipici delle acque della Costa Azzurra. In base al pescato del giorno, questi pescatori non si astengono dal darvi interessanti consigli sulle differenti preparazioni e tante idee di ricette per i vostri piatti. Quindi, non dimenticatevi di passare dalla Sala dei pesci, dove scoprirete specie come il poutin, un pesce azzurro che è la specialità del mercato locale.

Inoltre, Cagnes sur Mer offre mercati tradizionali per tutta la settimana. Tuttavia, è da notare che ogni primo sabato del mese viene proposto su Corso 11 Novembre un mercato italiano dall'atmosfera tipica della genuinità della dolce-vita.

D'estate, la passeggiata davanti alla chiesa del Cros de Cagnes offre un'uscita serale ideale per le famiglie, in quanto si trasforma in un viale contornato dal mercato artigianale.

Marché du pays vençois

Un po' più a nord, a pochi chilometri di distanza, a Vence si respira già la Provenza. È sulla sua piazza principale, detta del Grand Jardin, che ogni mattina tranne il lunedì alcuni produttori locali, spesso biologici, vendono la frutta e la verdura dei loro raccolti. Ad essi si aggiungono il martedì e il venerdì altri venditori giunti da più lontano. Le loro bancarelle vi accompagneranno in un'atmosfera di vacanza... Le conversazioni, il rumore dell'acqua che scorre dalle fontane e le terrazze dei caffè al sole diventano la cartolina dei vostri ricordi.

Matisse, che ha soggiornato per diversi anni a Vence, si divertiva a paragonare questo mercato a quello di Tahiti, tanto i colori e i profumi sono vivaci ed esotici. 

In primavera e autunno, venite ad odorare la rosa di Vence, fiore speciale, in quanto sia delicato che robusto. La rosa Tango, arancione e leggermente ramata, è rinomata per l'eccezionale profumo e il sapore fruttato. La delicatezza di questa varietà eccezionale è non solo celebrata da alcuni maestri ristoratori, ma anche da una famosa marca di caffè.

Come a Cagnes-sur-Mer, ogni martedì sera di luglio e agosto si tiene un mercato artigianale che si snoda lungo l’asse principale che costeggia la città medievale: si tratta delle serate dello shopping.

Sempre in estate, ad agosto si svolge il mercatino dell'antiquariato, molto frequentato dagli amanti del settore. Qui, si può anche trovare il mercatino dei libri antichi.

Spostandosi verso il Var, ogni sabato mattina Carros offre un magnifico mercato tradizionale. Ciononostante, è senza dubbio in aprile che questo comune diventa famoso. Infatti, qui si celebra la fragola del cantone di Carros, composto dai paesi di Gattières e La Gaude.

Questa fragola è considerata una delle migliori al mondo! Molto dolce, è declinata in tutte le sue molteplici sfumature ed esaltata dai ristoratori stellati.

A margine di questa festa, si svolge un mercato tradizionale di prodotti locali, essenzialmente di carattere gastronomico, anche se é impreziosito da alcuni stand per la scoperta degli antichi mestieri, dove è di moda portare la propria fragola...

In ogni paese della zona centrale e montuosa della regione di Nizza, un piccolo mercato rustico, composto da poche bancarelle, si svolge nei giorni feriali o nei fine settimana. Più ci si sposta verso l’alto, più si ha la possibilità di apprezzare il vero cuore pulsante del territorio e di comprenderne il valore direttamente dalla fonte.

Così, a Roquebillière, oltre ad apprezzare il piccolo mercato rurale che ha luogo il martedì mattina da aprile a ottobre, è possibile scoprire la festa dei mastri birrai e dei prodotti tipici del territorio, che si svolge all'inizio di agosto. Per deliziare le vostre papille gustative e dissetarvi dalla calura estiva, nel vecchio paese alcuni stand sono destinati alla vendita di birre artigianali e di prodotti provenienti dalla zona montuosa.

In montagna, si seguono la stagionalità più che altrove, e, infatti, i sapori sono festeggiati secondo i raccolti.

Quindi, perché non tornare in autunno per festeggiare il miele e la castagna? 

Degustazioni, artigiani che mostrano il proprio operato, animazioni e aria di festa sono in programma per scoprire il mondo stupefacente delle api e l'oro che producono!

A meno di 15 minuti in auto, Belvédère, che, come dice il nome stesso, gode di una vista eccezionale sulla Vésubie, è un paradiso per questi artigiani. Nessun mercato... ma produttori di miele, di frutta e verdura del posto, come anche birrai! Tutto nella norma, direte? Eppure, la Fiera di Belvédère valorizza l'incredibile lavoro delle api di montagna proponendovi mieli poco comuni e ricercati, come quello di rododendro, millefiori, di lavanda, di castagna, di timo...

Un birraio locale propone 3 tipi di birra: bionda al sambuco, bruna al caffè e rossa al luppolo...

Un artigiano mette avanti la propria eredità culinaria familiare per farvi scoprire i propri biscotti, prodotti in modo naturale senza coloranti né conservanti, e ne propone anche una varietà senza glutine.

Quindi, il mercato prende un'altra forma sulle alture. Il mercato non viene più fatto con le bancarelle, ma rendendo visita ai produttori locali. Siete così benvenuti nella fattoria! Un'ampia scelta di prodotti e frutti provenienti dall'agricoltura biologica viene proposta ai visitatori che riscoprono allora i sorbetti alla frutta, le marmellate, gli sciroppi, le caramelle gommose alla frutta della nostra infanzia, o quelli dei racconti di un tempo... Rappresenta un’ottima opportunità per riallacciare i legami con la natura, e quindi sarete naturalmente invitati a fare una raccolta attorno all'azienda e conoscere così la diversità delle piante selvatiche delle Alpi Marittime.

A Saint Martin Vésubie, da maggio a settembre, un mercato montano si svolge ad un’ora alquanto insolita: dalle 16.30 alle 20.30 artigiani, creatori e produttori locali e delle valli vicine si ritrovano in piazza ogni giovedì.

Ma per i clienti abituali, la mattina durante il fine settimana si svolge un piccolo mercato agricolo.

Nel Mercantour, i prodotti del territorio fanno da protagonisti e influenzano anche la cucina tipica del luogo. Qui si mangia molto spesso la torta di bietole.

Nel territorio metropolitano di Nice Côte d'Azur, la cucina è quindi caratterizzata dall’influenza mediterranea e italiana. I prodotti del territorio sono i tesori di una terra che i grandi chef sanno valorizzare tramite una cucina nobile, sana e raffinata. E tutto comincia con le spese al mercato!

Se avete la possibilità di passeggiare sulle strade dei mercati, sicuramente porterete a casa con voi la sensazione di essere stati davvero abitanti locali e, per magia, vi sarete scordati da dove siete arrivati...

 

Informazioni pratiche

Covid-19

Per motivi sanitari o organizzativi, le condizioni di accesso a determinati luoghi o attività possono eventualmente essere modificate o limitate.

Vi consigliamo di verificare queste informazioni prima della vostra visita.

 
Questo articolo è proposto da Karel e Yaël dell'Ufficio del turismo metropolitano Nice Côte d'Azur.

Crediti Foto: OTM NCA/H.Lagarde, Lisa Delsol